Ottica e Optometria | Tecniche fisiche per optometria con laboratorio I

Tecniche fisiche per optometria con laboratorio I

Titolare Zuppardo Mauro
Anno accademico 2018 - 2019
Anno corso Secondo
Periodo didattico Annuale
C.F.U. 12
Codice ateneo 22402251
Settore Scientifico Disciplinare FIS/07

Obiettivi formativi del corso

INTRODURRE LO STUDENTE ALLE CONOSCENZE DI BASE DELLE TECNICHE DI INDAGINE CLINICA DELL’OCCHIO E DELLE FUNZIONI VISIVE. CONOSCERE GLI STRUMENTI DI USO PRINCIPALE, SAPER IMPIEGARE TALI STRUMENTI NELL’INDAGINE CLINICA. SAPER DISTINGUERE TRA STATO VISIVO FISIOLOGICO ED ALTERATO. CONOSCERE LE AMETROPIE. FORMULARE UNA DIAGNOSI OPTOMETRICA ED UNA IPOTESI DI TRATTAMENTO OTTICO.

Programma del corso

 

 

TECNICHE FISICHE PER L’OPTOMETRIA 1 CON LABORATORIO (A)

 1. MODULO A

  • L’individuo e la visione
  • Cos’è l’optometria
  • Chi è l’optometrista
  • Il ruolo sociale dell’optometrista
  • Comunicazione con altri professionisti
  • Primary Eye Care
  • Optometria in Italia e nel Mondo
  1. MODULO B
  • Introduzione alla Psicofisica
  • Le prime tappe della visione
  • La visione spaziale
  • La percezione e il riconoscimento degli oggetti
  • La percezione dei colori
  • La percezione dello spazio e la visione binoculare
  • La percezione del movimento
  • L’attenzione e la percezione di scene complesse
  1. MODULO C
  • L’incidenza e la distribuzione delle anomalie refrattive
  • Lo sviluppo delle ametropie
  • Il processo di emmetropizzazione
  1. MODULO D
  • Il sistema oculomotore (muscoli, nervi e nuclei oculomotori)
  • Richiami sull’anatomia dei muscoli
  • Duzioni e schema di Marquez
  • Versioni e Vergenze
  • Leggi sull’innervazione dei muscoli
  • Posizioni cardinali e diagnostiche di sguardo
  • Test per l’analisi della motilità oculare
  1. MODULO E
  • Accomodazione
  • Pupilla
  • Presbiopia
  • Rapporto AC/A
  • Rapporto CA/A
  • Effetto dei farmaci sull’accomodazione
  • Relazione tra età e Ampiezza accomodativa

 

TECNICHE FISICHE PER L’OPTOMETRIA 1 CON LABORATORIO (B)

 

  1. MODULO A
  • Fusione e binocularità
  • Funzione motoria binoculare
  • Binocularità e test oftalmici
  1. MODULO B
  • Anamnesi
  • Approccio al paziente
  • Segni e sintomi (osservazione del paziente)
  • Valutazione del polo posteriore e oftalmoscopia
  • Refertazione
  • Introduzione ai metodi di statistica medica applicati all’optometria
  1. MODULO C
  • Le abilità visive
  • Acuità visiva
  • Cos’è l’acuità visiva (richiami a ottica della visione)
  • Come si misura l’acuità visiva
  • Test per lontano e per vicino
  • Contrasto
  • Cos’è il contrasto (richiami a ottica della visione)
  • Come si misura la sensibilità al contrasto
  • Test per vicino e per lontano
  • Il colore
  • Test clinici per la valutazione della visione cromatica
  1. MODULO D
  • La refrazione
  • Metodi oggettivi:
  1. Schiascopia
  2. Autorefrattometria
  3. Cheratometria
  4. Topografia corneale
  5. Refrazione sul fronte d’onda
  • Metodi soggettivi:
  1. La refrazione soggettiva monoculare:
  2. Controllo dell’accomodazione
  3. Determinazione della componente cilindrica
  4. Perfezionamento della prescrizione sferica
  • Bilanciamento bioculare
  • Refrazione soggettiva binoculare e bilanciamento
  • Test per la stereopsi per lontano e vicino
  • Refrazione soggettiva per vicino, addizione per vicino: vari metodi
  1. MODULO E
  • Valutazione dello stato forico dell’occhio
  • Eteroforie
  • Disparità di fissazione
  1. MODULO F
  • Compensazione ottica delle ametropie con:
  1. Lenti oftalmiche monofocali
  2. Lenti oftalmiche multifocali
  3. Lenti prismatiche

Testi di riferimento

J.M. Wolfe, K.R. Kluender, et Al. (2011): Sensazione e Percezione, Zanichelli editore, Bologna

William J. Benjamin (2006): Borish’s Clinical Refraction, Second Edition, Butterworth- Heinemann, Elsevier Inc.

L.A. Levin, S.F.E. Nilsson, et Al. (2011): Adler’s Physiology of the Eye, Eleventh edition, Saunder Elsevier Inc.

  1. Rossetti, P. Gheller: “Manuale di optometria e Contattologia” II Ed. Zanichelli editore, Bologna

Burian, Von Noorden: «Visione binoculare e motilità oculare», Medical Books

John R. Griffin: «Le anomalie binoculari», traduzione Ugo Frescura

Lupelli L. (2014): Optometria A-Z, Medical Books

Unità Didattiche

TECNICHE FISICHE PER OPTOMETRIA CON LABORATORIO I - PARTE B
Docente Tipo Attività Durata (h) Tipo Attività Formativa SSD CFU
Pietroni David LABORATORIO 42 CARATTERIZZANTE FIS/07 2.0
TECNICHE FISICHE PER OPTOMETRIA CON LABORATORIO I - PARTE A
Docente Tipo Attività Durata (h) Tipo Attività Formativa SSD CFU
Zuppardo Mauro LEZIONE 32 CARATTERIZZANTE FIS/07 4.0
TECNICHE FISICHE PER OPTOMETRIA CON LAB. I - PARTE A
Docente Tipo Attività Durata (h) Tipo Attività Formativa SSD CFU
Zuppardo Mauro LABORATORIO 24 CARATTERIZZANTE FIS/07 2.0
TECNICHE FISICHE PER OPTOMETRIA CON LABORATORIO I - PARTE B
Docente Tipo Attività Durata (h) Tipo Attività Formativa SSD CFU
Rotondi Anastasia LEZ. E LAB. 44 CARATTERIZZANTE FIS/07 4.5

Allegati

Titolo Destrizione