Biodiversita' e gestione degli ecosistemi | Fondamenti di Ecofisiologia e Patologia vegetale

Fondamenti di Ecofisiologia e Patologia vegetale

TitolareProf.ssa Cona Alessandra
Anno accademico 2018 - 2019
Periodo didattico I Semestre
C.F.U. 6
Codice ateneo 20402506
Settore Scientifico Disciplinare BIO/04
Fruibile nei seguenti corsi di laurea Biodiversita' e gestione degli ecosistemi
Biologia per la ricerca molecolare, cellulare e fisiopatologica

Obiettivi formativi del corso

Principale obiettivo del corso è fornire conoscenze sulle relazioni e le modalità di comunicazione che le piante instaurano con l’ambiente che le circonda e con gli altri organismi viventi, soprattutto in relazione ai recenti e repentini cambiamenti climatici e alla crescente pressione antropica. Particolare enfasi è posta sull’analisi degli adattamenti e della capacità di acclimatazione delle piante, le quali esprimono formidabili strategie per difendersi, comunicare, competere e proteggersi dagli stress biotici ed abiotici. In particolare il corso mira ad evidenziare come tali strategie, che si realizzano attraverso la rimodulazione dei programmi di sviluppo e la riconfigurazione del metabolismo, siano favorite dall’evoluzione di raffinati meccanismi di percezione degli stimoli esterni e di una elevata capacità di elaborare risposte veloci.

E’ incoraggiata una modalità interattiva di relazione docente/studente, il quale potrà scegliere di approfondire tematiche specifiche fra quelle proposte attraverso l’elaborazione di una tesina scritta ed una presentazione orale che saranno oggetto di valutazione. E’ anche possibile la scelta di tematiche non specificatamente trattate a lezione purché attinenti alla tematica dell’esame.

Le piante, sorelle silenziose che “sembrano stupide, eppure rubano l’energia al sole, il carbonio all’aria, i sali alla terra, e crescono per mille anni senza filare né tessere, né scannarsi a vicenda come noi” (Da Il fabbro di se stesso di Primo Levi).

Programma del corso

Le piante quali organismi sessili. Principali strategie di risposta agli stimoli ambientali. La modificazione dei programmi di sviluppo: l’immobilità e la totipotenza delle cellule vegetali. Il ruolo della parete cellulare nella crescita. Le alterazioni fisiologiche e le variazioni del metabolismo. Comunicazione cellula/cellula e comunicazione a lunga distanza, organo/organo: ormoni, fattori di trascrizione, onde delle specie reattive dell’ossigeno, segnali elettrici. La percezione del segnale in risposta a stimoli interni ed esterni. Le principali classi di recettori e le vie di trasduzione intracellulare del segnale. Integrazione di segnali differenti e vie di segnalazione. Il metabolismo secondario: principali vie biosintetiche e ruolo dei metaboliti nella comunicazione pianta/pianta, pianta/insetto e pianta/microorganismo. Fondamenti di patologia vegetale: Infezione e resistenza. Interazione ospite/patogeno. Mezzi e metodologie di lotta contro le malattie (mezzi chimici, lotta biologica e miglioramento genetico). Risposte di difesa ai principali fattori di stress abiotico (carenza idrica, allagamento e ipossia, elevata salinità, elevate e basse temperature, eccesso di luce).

Testi di riferimento

  1. Interazioni Piante-Ambiente. Luigi Sanità di Toppi; Piccin Editore
  2. Biologia delle Piante Vol. 2: Interazioni con l’ambiente e Domesticazione. Smith A. M. et al; Zanichelli Editore
  3. Fondamenti di Patologia Vegetale. Alberto Matta et al; Patron Editore, Bologna
  4. Materiale fornito durante lo svolgimento del corso

Unità Didattiche

MODULO 2
Docente Tipo Attività Durata (h) Tipo Attività Formativa SSD CFU
Prof.ssa Cona Alessandra LABORATORIO 10 AFFINE/INTEGRATIVA BIO/04 1.0
MODULO 1
Docente Tipo Attività Durata (h) Tipo Attività Formativa SSD CFU
Prof.ssa Cona Alessandra LEZIONE 40 AFFINE/INTEGRATIVA BIO/04 5.0

Allegati

Titolo Destrizione