Biodiversita' e gestione degli ecosistemi | Biochimica cellulare

Biochimica cellulare

TitolareProf.ssa Di Masi Alessandra
Anno accademico 2018 - 2019
Periodo didattico II Semestre
C.F.U. 6
Codice ateneo 20401990
Settore Scientifico Disciplinare BIO/10

Obiettivi formativi del corso

IL CORSO SI PROPONE DI OFFRIRE AGLI STUDENTI LE CONOSCENZE RELATIVE AL RUOLO DEGLI “INORGANIC BIOFACTORS” NELL’OMEOSTASI, PARTENDO DAL RUOLO BIOCHIMICO FINO AD ANALIZZARE IL LORO IMPATTO SULLA SALUTE DELL’UOMO. SARANNO QUINDI ANALIZZATE LE “OMICS”, OVVERO L’INSIEME DELLE DISCIPLINE BIOMOLECOLARI (DALLA TRASCRITTOMICA ALLA METABOLOMICA) UTILI PER LO STUDIO DELLA BIOLOGIA DEI SISTEMI E PER LA CARATTERIZZAZIONE DEGLI EVENTI BIOCHIMICI ASSOCIATI ALLE VARIAZIONI DEI TRASCRITTI, DELLE PROTEINE E DEI METABOLITI PRESENTI NEI FLUIDI BIOLOGICI, ORGANI E TESSUTI.

Programma del corso

DEFINIZIONE DI “INORGANIC BIOFACTORS”. I PRINCIPALI “INORGANIC BIOFACTORS”: L’OSSIGENO MOLECOLARE, IL MONOSSIDO DI CARBONIO, IL MONOSSIDO D’AZOTO, L’ACIDO SOLFIDRICO, LE SPECIE REATTIVE DELL’OSSIGENO E DELL’AZOTO. ANALISI DEL LORO RUOLO BIOCHIMICO E CELLULARE. RUOLO NELLA SALUTE DELL’UOMO.
LE “OMICS” COME STRUMENTI PER LO STUDIO DELLA BIOLOGIA DEI SISTEMI E PER LA CARATTERIZZAZIONE DEGLI EVENTI BIOCHIMICI ASSOCIATI ALLO STATO DI SALUTE O DI MALATTIA. LA TRASCRITTOMICA, LA PROTEOMICA, LA METABOLOMICA E L’INTERATTOMICA: METODI SPERIMENTALI E POTENZIALITÀ APPLICATIVE IN DIVERSI SISTEMI BIOLOGICI (MICROORGANISMI, LINEE CELLULARI, MODELLI ANIMALI). LE “OMICS” COME METODO DI STUDIO DI PATOLOGIE UMANE: “INTERPLAY” DI FATTORI GENETICI, FARMACOLOGICI E PATOLOGICI NEL MANTENIMENTO DELL’OMEOSTASI CELLULARE.

Testi di riferimento

ARTICOLI SCIENTIFICI, SUPPORTI INFORMATICI E CARTACEI FORNITI DAL DOCENTE..

Unità Didattiche

BIOCHIMICA CELLULARE
Docente Tipo Attività Durata (h) Tipo Attività Formativa SSD CFU
Prof.ssa Di Masi Alessandra LEZIONE 48 AFFINE/INTEGRATIVA BIO/10 6.0

Allegati

Titolo Destrizione