Biodiversita' e gestione degli ecosistemi | Laboratorio di biotecnologie dei microrganismi

Laboratorio di biotecnologie dei microrganismi

TitolareProf. Rampioni Giordano
Anno accademico 2018 - 2019
Periodo didattico II Semestre
C.F.U. 6
Codice ateneo 20401992
Settore Scientifico Disciplinare CHIM/11

Obiettivi formativi del corso

SONO ASSUNTI COME OBIETTIVI FORMATIVI PREVALENTI:
A) L’ACQUISIZIONE DI METODOLOGIE E LINGUAGGI APPROPRIATI PER L’ISOLAMENTO, L’OSSERVAZIONE E LA DESCRIZIONE DI MICRORGANISMI DI INTERESSE INDUSTRIALE
B) L’ACQUISIZIONE DEGLI ELEMENTI FONDAMENTALI PER L’IMPOSTAZIONE DI UN PROTOCOLLO SPERIMENTALE E PER LA SUA ESECUZIONE

Programma del corso

IL PROGRAMMA DEL CORSO È ARTICOLATO IN MODO DA FORNIRE ALLO STUDENTE:

- COMPETENZE CULTURALI (CONOSCENZA DI:) RELATIVE A METODOLOGIE E LINGUAGGI APPROPRIATI PER L’ISOLAMENTO, L’OSSERVAZIONE, LA DESCRIZIONE E L’INGEGNERIZZAZIONE DI MICRORGANISMI DI INTERESSE INDUSTRIALE, E A METODICHE MOLECOLARI AVANZATE NEL CAMPO DELLE BIOTECNOLOGIE MICROBICHE;

- COMPETENZE METODOLOGICHE (SAPER EFFETTUARE:) CHE CONSENTANO DI RICERCARE IN MODO AUTONOMO E VALUTARE IN MODO CRITICO PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE PRESENTI NELLE BANCHE DATI DISPONIBILI ON-LINE, E DI IMPOSTARE UN PROTOCOLLO SPERIMENTALE ED ESEGUIRLO CORRETTAMENTE.

 

LE ATTIVITÀ DI LABORATORIO, PRECEDUTE DA UNA TRATTAZIONE TEORICA, RIGUARDERANNO:

- ISOLAMENTO DI MICRORGANISMI DI INTERESSE INDUSTRIALE DA FONTI NATURALI, PREPARAZIONE DI TERRENI DI CRESCITA E TECNICHE DI COLTIVAZIONE;

- GENERAZIONE E SELEZIONE MEDIANTE SCREENINGDI MUTANTI PER INSERZIONE DI TRASPOSONI;

- PROCESSI DI TRASFERIMENTO GENICO (CONIUGAZIONE E TRASFORMAZIONE);

- UTILIZZO DI BIOSENSORI BATTERICI PER VALUTARE LA PRODUZIONE DI MOLECOLE DI INTERESSE DA PARTE DI ALTRI MICRORGANISMI.

ULTERIORI LEZIONI TEORICHE RIGUARDERANNO:

- POSSIBILI APPLICAZIONI BIOTECNOLOGICHE PER LO SVILUPPO DI STRATEGIE TERAPEUTICHE ALTERNATIVE AGLI ANTIBIOTICI;

- SVILUPPO DI BIOSENSORI E SISTEMI REPORTER PER L’IDENTIFICAZIONE DI NUOVI FARMACI;

- APPLICAZIONI DELLA BIOLOGIA SINTETICA NELLE BIOTECNOLOGIE MICROBICHE;

- STUDIO DEI NETWORK REGOLATIVI E LORO APPLICAZIONI BIOTECNOLOGICHE.

Testi di riferimento

IL CORSO È SUDDIVISO IN LEZIONI TEORICHE FRONTALI, TENUTE IN AULA, ED IN ESPERIENZE PRATICHE DI LABORATORIO, TENUTE NEI LABORATORI DIDATTICI.

NOZIONI SU ALCUNI ARGOMENTI DI BASE TRATTATI DURANTE IL CORSO SARANNO REPERIBILI IN TESTI DI MICROBIOLOGIA E DI BIOTECNOLOGIE MICROBICHE:

- BROCK - BIOLOGY OF MICROORGANISMS. MIHAEL T. MADIGAN, JOHN M. MARTINKO, KELLY S. BENDER, DANIEL H. BUCKLEY, DAVID A. STAHL. PEARSON.

- MICROBIAL BIOTECHNOLOGY: FUNDAMENTALS OF APPLIED MICROBIOLOGY. ALEXANDER N. GLAZER, HIROSHI NIKAIDO. CAMBRIDGE UNIVERSITY PRESS.

PER GLI ARGOMENTI TEORICI PIÙ AVANZATI E PER LE ESERCITAZIONI DI LABORATORIO VERRANNO FORNITI AGLI STUDENTI MATERIALE MONOGRAFICO SPECIFICO E PROTOCOLLI SPERIMENTALI.

 

COME STRUMENTI DI DIDATTICA INNOVATIVA, PRESENTAZIONI POWER-POINT VERRANNO CONDIVISE SUL CLOUD CON GLI STUDENTI COME DISPENSE. INOLTRE, VERRANNO CONSIGLIATI E MOSTRATI AGLI STUDENTI SITI WEB SU CUI TROVARE IN MODO AUTONOMO PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE CHE CONSENTIRANNO DI APPROFONDIRE GLI ARGOMENTI PIÙ AVANZATI TRATTAI NEL CORSO (HTTPS://WWW.NCBI.NLM.NIH.GOV/PUBMED/).

 

IL DOCENTE SI RENDE DISPONIBILE PER IL RICEVIMENTO STUDENTI TUTTI I LUNEDÌ DALLE 15:00 ALLE 16:00. INOLTRE, IL DOCENTE SI RENDE DISPONIBILE PER CHIARIMENTI INERENTI GLI ARGOMENTI TRATTATI NEL CORSO E PER LE MODALITÀ DI ESAME IN QUALSIASI GIORNO, PREVIO APPUNTAMENTO CONCORDATO AL TERMINE DELLE LEZIONI O MEDIANTE E-MAIL.

 

MODALITÀ DI ESAME: PROVA ORALE.

ALL’ESAME LO STUDENTE DOVRÀ PRESENTARE UNA PUBBLICAZIONE SCIENTIFICA INERENTE UNO DEGLI ASPETTI DELLE BIOTECNOLOGIE MICROBICHE TRATTATI DURANTE IL CORSO. LA SCELTA DI TALE PUBBLICAZIONE SCIENTIFICA SARÀ EFFETTUATA DALLO STUDENTE IN PIENA AUTONOMIA, GRAZIE ALLE COMPETENZE ACQUISITE NEL CORSO. TERMINATA LA PRESENTAZIONE DELLA PUBBLICAZIONE SCIENTIFICA, ALLO STUDENTE VERRÀ CHIESTO DI ESPORRE ALTRI ARGOMENTI TRATTATI DURANTE IL CORSO. IN PARTICOLARE, SI VALUTERANNO LE CONOSCENZE ACQUISITE, LA MODALITÀ DI ESPOSIZIONE E LA CAPACITÀ DELLO STUDENTE DI APPLICARE LE CONOSCENZE E LE METODOLOGIE ACQUISITE PER LA RISOLUZIONE DI NUOVI PROBLEMI DI CARATTERE APPLICATIVO. L’ATTRIBUZIONE DEL VOTO VERRÀ DETERMINATA IN BASE ALLE SEGUENTI PERCENTUALI:

- 20% SCELTA E COMPRENSIONE DELLA PUBBLICAZIONE SCIENTIFICA SELEZIONATA DALLO STUDENTE;

- 20% CAPACITÀ DI ESPOSIZIONE DEGLI ARGOMENTI;

- 30% ACQUISIZIONE DI CONOSCENZE E COMPRENSIONE DEGLI ARGOMENTI TRATTATI;

- 30% CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE PER LA RISOLUZIONE DI NUOVE PROBLEMATICHE.

A STUDENTI PARTICOLARMENTE MERITEVOLI VERRÀ ASSEGNATA LA LODE

Unità Didattiche

MODULO 1
Docente Tipo Attività Durata (h) Tipo Attività Formativa SSD CFU
Prof. Rampioni Giordano LEZIONE 24 AFFINE/INTEGRATIVA CHIM/11 3.0
MODULO 2
Docente Tipo Attività Durata (h) Tipo Attività Formativa SSD CFU
Prof. Rampioni Giordano LABORATORIO 30 AFFINE/INTEGRATIVA CHIM/11 3.0

Allegati

Titolo Destrizione