Geologia del territorio e delle risorse | Geologia strutturale

Geologia strutturale

TitolareProf. Rossetti Federico
Anno accademico 2018 - 2019
Anno corso Primo
Periodo didattico II Semestre
C.F.U. 9
Codice ateneo 20402178
Settore Scientifico Disciplinare GEO/03
Fruibile nei seguenti corsi di laurea Geologia del territorio e delle risorse

Obiettivi formativi del corso

IL CORSO MIRA A FORNIRE STRUMENTI E METODI PER LA DESCRIZIONE; ANALISI ED INTERPRETAZIONE DEI PROCESSI DEFORMATIVI A CARATTERE FRAGILE E DUTTILE CHE INTERESSANO UN VOLUME ROCCIOSO. L’OBIETTIVO È QUELLO DI ARRIVARE A RICOSTRUIRE SEQUENZE DEFORMATIVE COMPLESSE AI FINI DELLA RICOSTRUZIONE GEOLOGICA REGIONALE. SCOPO DEL CORSO È ANCHE QUELLO DI PRESENTARE LE STRUTTURE E GLI STILI DEFORMATIVI ASSOCIATI ALLA TETTONICA REGIONALE.

Programma del corso

DEFORMAZIONE E STRAIN; DEFORMAZIONE COASSIALE E NON-COASSIALE; DEFORMAZIONE FINITA ED INCREMENTALE; STRAIN OMOGENEO ED ETEROGENEO; L’ELLISSOIDE DELLO STRAIN; STATI DI STRAIN E QUANTIFICAZIONE DELLO STRAIN FINITO. IL TENSORE DELLO STRESS E GLI ASSI PRINCIPALI DELLO STRESS; I CERCHI DI MOHR. PRINCIPI DI REOLOGIA: DEFORMAZIONE DUTTILE E FRAGILE; MECCANISMI DEFORMATIVI; LEGGI COSTITUTIVE E RELAZIONI SFORZO-DEFORMAZIONE; COMPORTAMENTO NEWTONIANO E NON-NEWTONIANO; PROCESSI DI CREEP DI INTERESSE GEOLOGICO; RECOVERY E RICRISTALLIZAZIONE (STATICA E DINAMICA); MAPPE DI DEFORMAZIONE PER MATERIALI DI INTERESSE GEOLOGICO; REOLOGIA DELLA LITOSFERA CONTINENTALE ED OCEANICA. DEFORMAZIONE FRAGILE E DEFORMAZIONE DI TAGLIO: CRITERIO DI ROTTURA MOHR-COULOMB; CRITERIO DI GRIFFITH. FAGLIE ANDERSONIANE: CLASSIFICAZIONE ED ANALISI DINAMICA (INVERSIONE DEL CAMPO DI STRESS). JOINTS E VENE. STRUTTURA DI UNA ZONA DI FAGLIA: FAULT CORE E DAMAGE ZONE; CLASSIFICAZIONE DELLE ROCCE DI FAGLIA. CRESCITA DELLE FAGLIE E LORO ORGANIZZAZIONE SPAZIALE; PROPAGAZIONE LATERALE DELLE FAGLIE; OVERLAP; LINKAGE E FRATTURAZIONE ASSOCIATA. INDICATORI CINEMATICI SULLE SUPERFICI DI FAGLIA; RIEDEL SHEARS (SINTETICI ED ANTITETICI). FAGLIE E TERREMOTI: GLI STRUMENTI DELLA GEOLOGIA STRUTTURALE; LO STUDIO DI FAGLIE SISMOGENETICHE ATTIVE ED ESUMATE (PSEUDOTACHILITI). DEFORMAZIONE DUTTILE: IL CONCETTO DI FABRIC, STRUTTURE PLANO-LINEARI (FOLIAZIONI E LINEAZIONI), TETTONITI S; L; S-L E LORO SIGNIFICATO TETTONICO. STRUTTURE PLICATIVE MONOFASICHE E POLIFASICHE (DESCRIZIONE, CLASSIFICAZIONE E STRUTTURE ASSOCIATE); STRUTTURE DI INTERFERENZA; CRITERI DI SOVRAPPOSIZIONE. DEFORMAZIONE E METAMORFISMO: RELAZIONI BLASTESI-DEFORMAZIONE (MESO- E MICRO-SCALA); LE ZONE DI TAGLIO DUTTILI E IL LORO SIGNIFICATO GEOLOGICO. LE MILONITI: SIGNIFICATO TETTONICO; CRITERI CINEMATICI (MESO- E MICRO-SCALA). ZONE DI TAGLIO E CIRCOLAZIONE DI FLUIDI: INTERAZIONE FLUIDO-ROCCIA E CONTROLLO STRUTTURALE SULLA MINERALIZZAZIONE IDROTERMALE. ASSOCIAZIONI DI STRUTTURE E TETTONICA REGIONALE. TETTONICA ESTENSIONALE (RIFTING): GEOMETRIE DEI SISTEMI DI RIFTING; RIFTING PER TAGLIO PURO E TAGLIO-SEMPLICE; MODELLI A CONFRONTO ED ESEMPI REGIONALI; REOLOGIA DELLA LITOSFERA E TIPOLOGIA DI RIFTING; LA TRANSIZIONE RIFTING-DRIFTING. RIFTING E SEDIMENTAZIONE: INTERAZIONE TRA DEFORMAZIONE; SEDIMENTAZIONE ED EROSIONE. TETTONICA COMPRESSIVA: “SUBDUCTION FACTORY” E OROGENESI; DINAMICA DEL SISTEMA OROGENICO; CATENE DA SUBDUZIONE; SUBDUZIONE-COLLISIONE E OROGENI DA ACCREZIONE; STILI STRUTTURALI; REGIMI TERMO-BARICI ED EVOLUZIONE TETTONICA; IL CUNEO OROGENICO E LA SUA DINAMICA; STILI STRUTTURALI ED ESEMPI REGIONALI (LE CATENE A PIEGHE E SOVRASCORRIMENTI). TETTONICA TRASCORRENTE: CARATTERISTICHE ED ASSOCIAZIONE DI STRUTTURE; FAGLIE TRASCORRENTI E TRASFORMI; LA TETTONICA TRASCORRENTE INTRAPLACCA; ESEMPI REGIONALI.
GEOLOGIA STRUTTURALE E SUE APPLICAZIONI: GIACIMENTOLOGIA; GEOTERMIA E GEOTECNICA (ESEMPI).
DURANTE IL CORSO VERRANNO EFFETTUATE ESERCITAZIONI PRATICHE DI ANALISI ED INTERPRETAZIONE DI DATI STRUTTURALI. AL TERMINE DEL CORSO SI TERRÀ UN CAMPO DI TERRENO DI DURATA SETTIMANALE CON LO SCOPO DI FISSARE I CONCETTI FONDAMENTALI TRATTATI DURANTE IL CORSO E ILLUSTRARE GLI STILI DEFORMATIVI IN VARI CONTESTI DI TETTONICA REGIONALE.

Testi di riferimento

TESTI BASE:
-G. DAVIS & S. REYNOLDS"STRUCTURAL GEOLOGY OF ROCKS AND REGIONS"; WILEY; 1996.D.
-B. A. VAN DER PLUIJM ; S. MARSHAK. W.W “EARTH STRUCTURE (SECOND EDITION)”;. NORTON & COMPANY; 2004.
-C. W. PASSCHIER, & R. A. J. TROUW, „MICROTECTONICS”, 2006, 2ND ED.
TESTI COMPLEMENTARI:
N. PRICE AND J. COSGROVE; “ANALYSIS OF GEOLOGICAL STRUCTURES” CAMBRIDGE UNIVERSITY PRESS; 1990.
R. TWISS; E. M MOORES; “STRUCTURAL GEOLOGY (SECOND EDITION)”; FREEMAN; 2007
R. H. GROSHONG; “3-D STRUCTURAL GEOLOGY: A PRACTICAL GUIDE TO SURFACE AND SUBSURFACE MAP INTERPRETATION (SECOND EDITION)” SPRINGER; 2006.
J. SUPPE “PRINCIPLES OF STRUCTURAL GEOLOGY” PRENTICE-HALL; 1985.
W. BURBANK & R. S. ANDERSON “TECTONIC GEOMORPHOLOGY”; BLACKWELL; 2005.
SITI WEB CONSIGLIATI:
HTTP://WWW.GEOSC.PSU.EDU/~ENGELDER/GEOSC465/NOTES465.HTML
HTTP://WWW.GEO.CORNELL. EDU/GEOLOGY/CLASSES/RWA/GS_326/GEOL326
HTTP://EARTH.LEEDS.AC.UK/LEARNSTRUCTURE

Unità Didattiche

GEOLOGIA STRUTTURALE
Docente Tipo Attività Durata (h) Tipo Attività Formativa SSD CFU
Prof. Rossetti Federico LEZIONE 56 CARATTERIZZANTE GEO/03 9.0
CAMPO DI GEOLOGIA STRUTTURALE
Docente Tipo Attività Durata (h) Tipo Attività Formativa SSD CFU
Prof. Rossetti Federico CAMPO 48 CARATTERIZZANTE GEO/03 0.0

Allegati

Titolo Destrizione